# INDEX #

 

“…bisognerebbe sommergersi in una pozza lattea di soluzioni saline allucinogene, poi somministrarsi incredibili cl di sostanze cosmiche plurivisionarie caleidoscopiche e perfette, per penetrare a fondo la nostra più vera natura, il nostro più interno faro, il nostro nucleo primario d’ogni cosa, il core...

 

mentre il sedativo della memoria, il tempo che scorre, il flagello millenario della percezione dell’inconscio,rompe l’anello intarsiato di gemme stellari

con questo nucleo, dandoci in cambio tranquillità ed emotività regolata dal flusso morale della coscienza, e dalle emozioni imprigionate dal modo d’essere.

questo impero della risolutezza, del finito, dell’ovvio produce veleni mefitici per il nostro più recondito interno spazio libero, ormai sepolto dalle stratificazioni di imposizioni  dettate dalla cultura…

 

perciò pensiamo sarebbe necessario una specie di viaggio a ritroso,

un volo verso orbite di colori e fumi vapori dell’inconsistenza, un lampo di vita universo senza collegamenti altri

se non con il tuo più vero te stesso.

 

queste armonie su smaglianti scenari sono una sorta di viaggio all’interno/esterno delle nostre percezioni rivolte verso la materia memoria; il tentativo di imprimere in questi pochi minuti  della vostra vita

uno dei modi di procedere

per non esser mai tagliati fuori del tutto dal nostro essere più vero…”

 

# INDEX #