L’Immagine come Retrovirus della Percezione Collettiva